Archivio > Categoria: Architettura dell'Informazione

IA Summit 2009: Fa-vo-lo-so!

[Immagine] Grandi interventi, grandi temi, grandi persone: l'IA Summit Italiano è stato uno degli eventi più emozionanti a cui mi sia mai capitato di partecipare.

È incredibile come a distanza di poche ore riesca già a sentire la mancanza delle persone, dell’ambiente, del circolo di idee che, tutti insieme, hanno reso questo Terzo Summit Italiano di Architettura dell’Informazione qualcosa di così prezioso.

Spendo solo poche righe per ringraziare, innanzi tutto, i responsabili dell’evento, cioè: Alberto Mucignat, Andrea Resmini, Dario Betti, Luca Rosati, Emanuele Quintarelli. Probabilmente senza di loro eventi di questo tipo non sarebbero mai stati organizzati, quindi grazie davvero per questa grande opportunità.

Un ringraziamento di cuore va anche a tutti coloro che sono intervenuti con i propri papers, in particolare a:

Grazie per aver condiviso i vostri risultati, i vostri pensieri e le vostre riflessioni.

Un saluto, infine, anche a tutte quelle persone che hanno reso ancora più sociale questo evento facendomi passare davvero delle giornate grandiose, in particolare: Andrea Gandino, Piotr Fedorczyk, Elia Contini, Francesco Casale, Francesco Improta, Giacomo Neri. Tutti sempre cordiali, disponibili e di compagnia. Grazie infinite ragazzi!

Dopo due giornate così spettacolari, a questo punto non mi resta che chiedere: a quando il prossimo incontro? :)

Discuti [2]. Pubblicato sabato 21 febbraio 2009 e archiviato in , .

IA Summit 2009: via alle iscrizioni!

[Immagine] L'architettura dell'informazione si estende ben oltre le tassonomie e il web. Questo è il motivo per ampliare la nostra disciplina verso l'intera varietà di spazi informativi condivisi. Spazi digitali (ad es. software, siti web); fisici (ad es. musei, biblioteche, ospedali); procedurali (ad es. flussi di informazione nei processi lavorativi).

Vi segnalo che a partire da oggi sono aperte le iscrizioni al Terzo Summit Italiano di Architettura dell’Informazione, un evento completamente gratuito che si svolgerà fra il 20 e 21 Febbraio presso l’Auditorium Cariromagna di Forlì.

L’architettura dell’informazione fornisce un contributo importante nella classificazione e organizzazione dei contenuti per il web, permettendo di affrontare con lucidità tematiche importanti quali la reperibilità dell’informazione e l’interazione dell’uomo con spazi fisici e digitali.

Fra gli argomenti: scienze dell’informazione, teorie della classificazione, logica, biblioteconomia, user experience, web design, psicologia ed ergonomia, industrial design.

Fra gli interventi: Co-evoluzione di una esperienza di gioco e di una architettura di comunità socialmente ricche di e , Strutture ed interfacce adattative di , Architettura dell’informazione per imparare a pensare: un’esperienza di tagging collaborativo nella scuola primaria di e molti altri ancora.

Fra gli organizzatori: Dario Betti, Alberto Mucignat, Emanuele Quintarelli, Andrea Resmini, Luca Rosati.

Consiglio vivamente a tutti di partecipare. Mai come ora mi rendo conto di quanto sia importante il confronto fra persone. Esperienze come queste possono arricchire il nostro bagaglio culturale, oltre ad offrire tanti spunti interessanti su tematiche che riguardano noi utenti in prima persona.

Se non lo avete ancora fatto, iscrivetevi ora. Registrazione e partecipazione all’evento, come già detto, sono gratuite.

Io ci sarò, e voi?

. Pubblicato venerdì 16 gennaio 2009 e archiviato in , .

Page Description Diagram: cosa sono e come funzionano

[Immagine] Esiste il giusto equilibrio fra design e contenuti? Se sì, quale strumento permette a designer e architetti dell'informazione di lavorare in parallelo senza influenzarsi a vicenda? Segue l'articolo sui Page Description Diagram.

Dovendo ridisegnare un intero sito web, spesso ci si chiede quale sia il metodo più efficace per permettere a designer e architetti dell’informazione di lavorare assieme sullo stesso progetto senza che un mestiere prevalga prepotentemente sull’altro. L’architetto decide quale contenuto sarà presente sulla singola pagina, il webdesigner prende questo contenuto e lo mette in risalto con un layout funzionale. In realtà questi due compiti presentano dei seri problemi sul piano pratico: innanzi tutto, come lavorare in cooperazione senza limitare il campo d’azione dei due ruoli? E in secondo luogo, come presentare al cliente lo stato del lavoro senza creare false aspettative?

In questo articolo mi propongo di illustrare gli strumenti utilizzati da designer e architetti dell’informazione per coordinare efficacemente i lavori all’interno di un team senza necessariamente costringere l’ambito dei due mestieri entro confini troppo risicati.

Leggi tutto, . Pubblicato mercoledì 14 gennaio 2009 e archiviato in , .


Paginatura: